Seguici su Facebook!

Per rimanere sempre aggiornato con i nostri eventi!


Venerdì 12 Maggio ore 21.30

THE BEER DRINKERS

The Beer Drinkers nascono nel lontano 1992 inizialmente come trio acustico (Loris Dellavetta – chitarra acustica e voce, Stefano Salerni – chitarra elettrica e voce, e Claudio Zanette – chitarra acustica e voce), a cui si aggiungono in breve tempo un bassista (Bobby Wilson) e un batterista (Giorgio Delle Fave). Il repertorio all’inizio spazia dal country al country-rock, dal sound della west coast al southern-rock, generi che delineeranno in futuro lo stile della band. Nel corso degli anni la formazione subisce diversi cambiamenti e avvicendamenti, durante i quali da alla luce alcuni cd di musica originale: nel 1998 “On Sunday morning” (le canzoni sono scritte da Claudio, Loris e Matteo Giordano, un tastierista che ha militato per diversi anni nella band), “The road is life” nel 2000 (le canzoni sono scritte da Claudio e Loris), che già mostra un embrione di quello che sarà il genere del gruppo negli anni a venire; Nel 2005 pubblicano un disco di covers con alcuni classici del country e new country, nel 2014 ” What we sing about when we sing about love” (con brani scritti da Claudio e Loris), dove emerge l’orientamento stilistico della Band, quel genere che la stampa specializzata definirebbe oggi Americana, nella formazione quasi definitiva composta da, oltre che Loris e Claudio, Manuel Verardo – chitarra elettrica e deus ex machina della band, Alberto Morello al basso, John Santoro alla pedal steel e Luca Carrara alla batteria, sostituito subito dopo la realizzazione dell’album da Guido De Santis.
Arriviamo al 2017 con la pubblicazione del doppio cd “This is 4 you”, composto da 22 canzoni; la band per la realizzazione di a questo cd vanta la presenza di due valenti cantanti, Elisa Meo, che interpreta diverse canzoni del disco, e Valentina Mazzaretto come background vocalist, e di due tra i più quotati suonatori di pedal steel guitar a livello mondiale, Ellio Martina e Johan Jansen.
Lo show del 12 maggio fa parte di un mini-tour per presentare questo nuovo lavoro. Il cd si divide in due parti: la prima, travelling, si compone di canzoni dedicate in genere al viaggio, inteso non solo come passaggio da un luogo ad un altro ma anche come viaggio interiore, o semplicemente legato allo scorrere inesorabile del tempo; la seconda parte si intitola “around the campfire” con canzoni piu intimiste, o più legate alla tradizione del cowboy, da suonare appunto attorno a un fuoco.

Giovedì 4 Maggio

Evento imperdibile!!!!!!!!

Per la prima volta a Pordenone arriva Cris Mantello, musicista che fonda le sue radici nella musica tradizionale Americana e lo Swing italiano anni 50! Accompagnato per la prima volta da tre brutti ceffi quali Paolo “Doctor Love” Mizzau all’armonica, Marco M. Mártin al contrabbasso e Stefano “Tom” Poletto alla batteria formando per la prima volta i Naonian Rockers creando così un progetto interamente nato a Pordenone e che punta alla massima espansione del Rockabilly/Rock’n’roll/hillbilly/country in tutto il nord-est e oltre!
Ospitati nella Taverna di Mr O, storica birreria di Pordenone e per l’occasione anche al programma radio “Semaforo Rosso” condotto dal Gatto e la Volpe promettono due ore di puro Rock’n’roll e divertimento per tutti!!! Non mancate

PORDENONE HAMMOND SHOW
III° Pordenone Hammond Show
Siamo giunti alla Terza Edizione di “Pordenone Hammond Show” che quest’anno raddoppia!

>>>2 serate di grandiosa musica di qualità
>>>2 straordinarie band internazionali che si esibiranno sul nostro palco
>>>1 hammond B3 protagonista indiscusso dei concerti.

1° GIORNO DI CONCERTO:
GIOVEDì 20 APRILE ore 21.30
>>> TRUST <<<
“Thrust” è il nuovo accattivante “electric Funk project” del produttore-tastierista Michele Bonivento e del cantante- bassista Daniele Vianello.

Una vocalità unica esaltata dalle sonorità dell’organo Hammond, del piano elettrico e dal nuovo universo delle recenti tecnologie, unite alla potenza del basso funk e dalla batteria hip hop.
Michele Bonivento: hammondista e tastierista ha al suo attivo oltre 60 CD e una ventennale esperienza live in tutta Europa blues, Funk, Gospel e Soul con artisti prestigiosi come Dana Gillespie, Cheryl Porter, Joyce Yuille, Ronnie Jones, Vincent Williams, Carl Verheyen, Ian Siegal, Luisiana Red, Mike Sponza, Tino Gonzales.

Daniele Vianello: eclettico compositore, energico bassista e vocalist dall’ anima soul, ispirato dai grandi vocalist come Marvine Gaye, Pauel weller, David Sylvian, Mark Lanegan. Ha registrato diversi CD jazz e colonne sonore per sonorizzazioni e film.

Alla batteria Francesco Inverno, fra le più interessanti giovani leve italiane del Gospel-Funk beat.� Fra gli artisti per il quale ha suonato: Eugenio Finardi, Wendell Simpkins, Josie St.AImee, Julia St.Louis, Kenn Bailey.
In collaborazione con l’etichetta Epops, l’uscita discografica è prevista a maggio 2017

MICHELE BONIVENTO: TASTIERE – HAMMNOD B3
DANIELE VIANELLO: VOCE E BASSO
FRANCESCO INVERNO: BATTERIA

VENERDì 21 APRILE ore 21.30
>>> RAPHAEL WRESSNIG & THE SOUL GIFT BAND <<<

Raphael Wressnig lavora il suo straordinario mojo. Il mondo della musica catturati a suo acclamato album 2014 “Soul Gumbo”, fatta a New Orleans con luminari come Meters bassista George Porter, Jr., Galactic batterista Stanton Moore e R & B icona Walter “Wolfman” Washington. Wressnig è tornato con due nuovi potenti album. Ora per due decenni, Wressnig ha felicemente preso il suo melange di stili musicali da tutto il mondo: l’intera Unione europea, la Russia, il Medio Oriente, parte dell’Africa, Asia, Caraibi, Nord e Sud America. Ha attirato l’attenzione di una claque internazionale di critici ed è stato nominato come “Miglior Organ Player of the Year” al Critics Poll Downbeat nel 2013, 2015 e 2016.

Per “The Soul Connection”, Raphael Wressnig ha viaggiato a San Paolo, in Brasile, e ha unito le forze con il chitarrista blues Igor Prado. Essi cucinare una stufato gumbo dell’anima, vecchia scuola R & B e funk con leggende vocali Wee Willie Walker, David Hudson e Leon Beal. Self-registrati, -prodotto, -mixed e -mastered, l’album è un meraviglioso risultato di una semplice connessione. Wressnig è nel lignaggio di Jimmy Smith, Jack McDuff e Jimmy McGriff, organisti che per primo ha costruito le fondamenta su quella speciale miscela di jazz, blues e funk. Wressnig mostra una padronanza assoluta del suo strumento, ma anche un profondo amore e la conoscenza di tutti i generi musicali; eppure tira fuori e aggiunge il suo punto di vista e di selezione per la musica. “Captured Live” è un esercizio di nove canzone musicali ecstasy grazie a Wressnig ei suoi co-cospiratori – The Gift Banda anima. Wressnig è giustamente fiero del suo ruolo centrale nello svolgimento di ciò che egli chiama “Heavy organ soul & funk”. Il bellissimo strumento, il B-3 organo, sta sostituendo il cantante, il suo suonoche porta la band e suonare i cavi.

RAPHAEL WRESSING: HAMMNOD B3 ORGAN
FLAVIO PALUDETTI : CHITARRA
HANS-JURGEN BART: BATTERIA

MERCOLDì 8 MARZO – FESTA DELLA DONNA

Tornano a farci divertire gli AlterEgo a ritmo di Rock n’Roll, per una serata dedicata a tutte le donne, ovviamente, ed anche a tutti quelli vogliono divertirsi

#tavernadimro #pordenone